Foto del beatmaker producer St. Luca SpenishVerificato

St. Luca Spenish

Età: 36 anni Regione: Sicilia Provincia: Palermo

Biografia

Luca Spataro in arte St. Luca Spenish, producer palermitano appartenente alle scuderie Adria Costa Records e Street Food Label, inizia a produrre musica verso la fine del 2005 dopo diversi anni passati nei club come DJ/selecta di black music.

Dopo varie collaborazioni con esponenti di spicco della scena italiana come Emis Killa, Jesto, MadBuddy, Johnny Marsiglia e altri, nel 2012 insieme ai due rappers palermitani EliaPhoks e Daweed fonda il collettivo Street Food.

Sotto Street Food escono progetti come “uonanotte Phizzy Boy di EliaPhoks, Weeda Piano di Lugin & Daweed e l’EP Pancia Piena, con le produzioni interamente curate dallo stesso Spenish.

Subito dopo esce Phenomenon su DatPiff, un remixtape, nonchè un tributo a Notorious B.I.G.

In quel periodo stringe i rapporti col rapper veneto Nex Cassel producendogli diverse tracce del suo disco e dei suoi mixtape, successivamente entra a far parte del team Adriacosta Records.

Nel luglio 2015 esce il suo primo disco strumentale The Venetian Macao prodotto a Marsala (TP) con la partecipazione della sua Wonderful Band, che lo discosta dalle sue classiche sonorità per dare spazio alla musica latina, new jazz e blues.

Nel gennaio 2016 insieme a Nex Cassel pubblica il disco Rapper Bianco con featuring del calibro di Noyz Narcos, Ensi e Egreen.

Il 2017 sarà l’anno di Caput Mundi, che uscirà il 16 Giugno in tutti i negozi di dischi e digital stores, il suo primo disco da producer con oltre 15 rappers italiani, quali Nex Cassel, Dani Faiv, Nerone, Er Costa, Noyz Narcos, Egreen e tanti altri.

Discografia

  • 2015 | The Venetian Macao (con The Wonderful Band)
  • 2016 | Rapper Bianco (con Nex Cassel)
  • 2017 | Caput Mundi
Lo spazio che cerchi è qui (gratis)

Se sei un rapper o beatmaker allora siamo qui ad aspettare proprio te, per rendere il nostro archivio sempre più ricco e darti lo spazio che cerchi per farti conoscere.

La tua scheda è qui