Hiatus Mixtape: Blue Virus è esageratamente vero

Arriva il nuovo progetto di Blue Virus, Hiatus Mixtape. Ho avuto il piacere di dargli un ascolto in anteprima. Ecco cosa ti aspetta.

Amico mio non sai quanto ho goduto, sì, perché di godere si tratta, all’ascolto del nuovo mixtape di Blue Virus, Hiatus Mixtape. È fuori, ci siamo, free download o con possibilità di acquisto. Doppio format per accontentare nuovi adepti e fedelissimi.

Blue Virus vs Sandro Terapia nel nuovo Hiatus Mixtape in free download

Poco si è detto, sia da parte dell’artista che dai siti di settore. Cercherò allora di procedere per gradi ed entrare nello specifico del mixtape poco alla volta.

Inizio allora dalla copertina. Forse ai più non dice nulla ma è densa di significato, più di quanto tu possa credere o immaginare. Andrò poi a parlare di come questo tape sia il risultato di un incidente tra il primo Fabri Fibra e un pensatore romantico/decadentista.

Infine vedremo quanto sia variegato questo lavoro con un occhio ai featuring per poi arrivare a comprendere meglio il mostro che si cela dietro questo Hiatus Mixtape di Blue Virus.

La copertina

Innovazione, controtendenza o una semplice scappatoia poco impegnativa? Hiatus si presenta come un album polemico, che attacca l’ambiente della musica rap per due vie: contenuti e impostazione.

La copertina si pone al centro tra queste due. Potremmo definirla uno schiaffo in faccia alla vecchia concezione del rap dove il produttore non ha importanza alcuna, un benvenuto a quella che è la nuova era, dove al produttore è riconosciuta importanza per via del fatto che il suo lavoro diventa la base e il fulcro per il processo creativo che poi investirà il rapper.

In copertina troviamo JØ Diana, il producer che ha curato il tape per intero. Ha prodotto per Blue Virus anche i precedenti lavori Il Titolo Nemmeno Serve e Il Beat Nemmeno Serve usciti a settembre che non sono presenti però all’interno di questo lavoro.

Leggi anche: L’importanza (poco riconosciuta) del beatmaker

Blue Virus: Hiatus Mixtape free download

Cover di Hiatus Mixtape – Blue Virus – free download

Hiatus

It’s a short pause in which nothing happens or is said, or a space where something is missing. (È una breve pausa in cui non succede o si dice niente, o uno spazio in cui manca qualcosa). Questa è la definizione di Hiatus che rappresenta, a dire dell’artista, questo lavoro.

Non mi trovo per niente d’accordo, perché per quanto si tratti del mixtape come di un progetto fantasma tra la fine di un progetto e la sua ripresa, esso di intangibile non ha nulla.

Hiatus Mixtape si presenta come un progetto serio e con buona dose di ricercatezza. Vedi, per esempio, le strumentali che, mai monotone o ripetitive, creano all’interno del lavoro un mood che per quanto altalenante, risulta coeso e coerente.

Parlando di mood è lecito citare uno dei personaggi dell’album: Sandro Terapia. La presenza di questa entità, l’unico vero fantasma (forse), fa si che si oscilli tra il triste e il rabbioso, senza mai cadere o nella depressione o nei classici cliché.

Featuring

Importante è concepire questo mixtape come un concentrato di Rap che è puro e semplice sfogo per Blue Virus. Duro e diretto. Ecco allora che questa concezione porta a vedere i featuring come piccole personalità che compaiono ad arricchire, con le proprie voci, i pensieri… siano questi di Blue Virus o di Sandro Terapia.

Collaborano a Hiatus Mixtape, in ordine: Dani Faiv, Pedar Poy, Mostro, Dirty, Yota Damore, Nick Sick e MadMan. Spettacolare il ritorno, dopo 5 anni di assenza, di una collaborazione con Mostro, in La Porta Sul Retro. I due danno vita ad un delirio onirico incosciente che vede scorrere tra le note un fiume di sangue e collera.

Non è da meno il brano con Pedar Poy, Sbarra, che diverte e rimane in testa per ore, inserito perfettamente nel genere rap demenziale. Fortissima anche la traccia 19 Sono il prossimo, con Madman. I ragazzi confermano di essere una garanzia quando si alternano al microfono, anche alla luce di quanto fanno nell’ultimo tape di M (Nel Cervello – MM vol. 2).

Studiavo storia e adesso voglio farla
Riempendoti quella bocca di carta
Al Tg5 intervista con la tua salma
I
o Sono il prossimo è questione di Karma.

Blue Virus vs Sandro Terapia

Arrivato a questo punto ti sarai chiesto sicuramente chi sia Sandro Terapia. RapGenius lo identifica così: Sandro Terapia, alter-ego e aka spesso utilizzato dal rapper, riconoscibile dalla voce modificata e dagli argomenti disagiati che tratta.

Perché è così importante? Il progetto vede un continuo scontro tra le due figure, dove Blue Virus compare come lato più romantico, contrapposto a Sandro che rabbioso e osceno fa a pezzi il beat e ciò di cui parla. Lo sfogo prende così due direzioni, quella amorosa e quella sanguinolenta. Di queste ha la meglio la seconda.

La presenza di Sandro si contrappone a quello che è stato il percorso musicale di Blue Virus sino ad oggi. Nel giro di un’anno hanno visto la luce ben 2 progetti, Se Fosse Per Lei e Brani Mai Pubblicati Per Un Motivo, che mettevano in luce Blue Virus assieme alla sua parte più sentimentale, meno rancorosa e più arrendevole.

Hiatus è un ritorno in grande stile del rap che non piace, del rap cruento e deprimente, ma che ne rispecchia l’essenza: sfogare un disagio attraverso la musica così che il dolore si condivida e faccia meno male possibile.

Conclusioni

Per chiudere posso permettermi di dire che ci troviamo davanti ad un ottimo mixtape che, come già accennato, ha molto da dare all’ascoltatore non per contenuti profondi e spirituali ma per il semplice fatto di essere Rap. Duro, schietto, sincero. Rap vero.

Ho conosciuto Blue Virus qualche anno fa per un’intervist. Parlando dei dischi che più lo hanno influenzato ecco venire fuori il caro vecchio Mr. Simpatia. Bene: questo Hiatus Mixtape, finalmente, ne ricalca a pieno lo stile e ne fa sentire l’influenza.

Non è un album leggero, tantomeno lo puoi ascoltare con bambini accanto, ma te lo devi godere in solitaria, nei momenti di rabbia o tristezza.

È un album che può curarti le ferite o buttarci sale dentro. Consiglio vivamente di ascoltarlo e se possibile di comprarlo, vai così a supportare un artista che ha molto dare dare al Rap, sotto più aspetti: La destinazione è già segnata e ci arrivi senza di me, che sono un paradosso che cammina e viene a infastidire te (Luna E Dieci).

Lo spazio che cerchi è qui (gratis)

Se sei un rapper o beatmaker allora siamo qui ad aspettare proprio te, per rendere il nostro archivio sempre più ricco e darti lo spazio che cerchi per farti conoscere.

La tua scheda è qui

Studioso di filosofia e fissato col rap. Ambisco a diventare il nuovo Hegel solo per sentirmi odiato da tutto e tutti.

Lascia il tuo feedback

commenti