MoonLoverz: non vogliono mica la Luna (?)

Dopo il mistero (svelato) dei componenti, ho ascoltato il disco. E mi è piaciuto. Tutto condensato in un racconto dei MoonLoverz agile, veloce, Swelto.

Eravamo in viaggio di ritorno da Padova, dopo aver assistito al live del maestro Kaos One, quando decido di mettere il nuovo disco dei MoonLoverz, che neanche a farlo apposta si apre con I Ticket Del Viaggio, quasi ad accompagnarci fino alla via di casa con un disco di quelli notturni, che ascolti con calma la notte, come se veramente stessi guardando la Luna.

Dentro l’abitacolo cala il silenzio, resta solo la musica a parlare con noi, o forse per noi. Siamo rimasti zitti (in Meditazione, forse) tutto il tempo necessario ad arrivare, e il disco lo abbiamo ascoltato due volte e mezza in religioso silenzio, quasi a voler cogliere tutte le sfumature di un album che adesso, alle 4:06 del mattino vorrei ancora ascoltare.

Chi sono i MoonLoverz?

E qui ti volevo. Non si è fatta chiarezza fino all’uscita del primo singolo, tutti a scervellarsi con combinazioni che neanche il Fantacalcio, ho letto commenti di ogni tipo a riguardo, fino a quando l’uscita del singolo non ha tolto ogni dubbio: il dream team è composto dal ragusano Soulcè, da ElDoMino, di Ascoli Piceno, Azure Stellar e Swelto, rispettivamente produttore/cantante e produttore/rapper provenienti da Senigallia.

Caratterizzati da un approccio alla scrittura molto interiore, i MoonLoverz ti portano a fare un viaggio senza mai spostarti da dove sei, ma facendoti guardare dentro spesso e volentieri, facendoti porre delle domande su te stesso, su chi sei e soprattutto dove vai.

Come è nata l’idea di fare questo disco insieme?

Il progetto è nato da una chiacchierata tra Swelto e Azure Stellar, amici e collaboratori già da tempo. Parlando di musica (come sempre!), i due (futuri) MoonLoverz marchigiani si sono trovati d’accordo sulla stima che entrambi nutrivano per ElDoMino e Soulcè, e hanno cominciato a fantasticare sulla possibilità di creare un gruppo e fare un progetto insieme, tutti e quattro.

Qualche settimana dopo l’idea si concretizzava sempre di più nelle teste di Azure Stellar e Swelto, il quale ha preso il coraggio a quattro mani e ha chiamato al telefono sia ElDoMino che Soulcè, per proporre la cosa. La risposta dei due è stata identica: “Dove devo firmare?”. E da lì, ha avuto inizio tutto.

Domanda doverosa a proprio a proposito del Chi sono i MoonLoverz?. Una trovata pubblicitaria assolutamente divertente, in cui anche i “veri” Moonloverz hanno partecipato. Chi ha avuto l’idea? Quanto tempo avete impiegato a raccogliere i video di tutti i partecipanti?

Ci teniamo a precisare che durante la realizzazione musicale dell’album, che è durata circa nove mesi, abbiamo parlato quasi esclusivamente di musica, senza pensare a strategie promozionali e ad altro. Finito il disco però, ci siamo resi conto di dover escogitare un sistema per puntare le attenzioni sul nostro disco. L’idea di realizzare un video skit per creare un po’ di mistero era nell’aria, e non ci abbiamo messo più di due settimane a telefonare ai nostri amici per farci mandare i video.

Scusa, ci conosciamo? 🙂

Io personalmente, in passato ho avuto modo di conoscere la musica (e soprattutto la scrittura) di Soulcè tramite amici, avevo scaricato Fuori ed è stato amore al primo ascolto. ElDomino invece lo avevo ascoltato in passato grazie a Favoloso EP, che tutt’ora resta nella mia cartella di musica. Si tratta di un altro bel disco ovviamente, che consiglio sempre di ascoltare.

Conoscevo anche Swelto, avevo ascoltato La Ragazza Di Monaco con annesso video e la cosa mi era piaciuta parecchio. L’altro Giuseppe (il capo redattore di Beat Torrent, per capirci) addirittura ricordava Swelto dai tempi di MySpace. Azure Stellar è il nome (a me) nuovo, una vera rivelazione.

Tra voi c’è molta distanza, per cui registrare un disco non è facile. Avete inciso tutti separatamente, o vi siete trovati tutti insieme a scriverlo e registrarlo?

Il progetto è stato realizzato a distanza, quindi ognuno ha registrato in uno studio diverso anche se durante la scrittura dell’album siamo stati costantemente in contatto per scambiarci provini in chat e rielaborare idee. Quindi , in un certo senso, è come se lo avessimo scritto tutti insieme nella stessa stanza.

L’unica collaborazione del disco è quella con Kenzie. E’ il quinto Moonlover? E’ il Silver Ranger dei Moonloverz? Cosa vi ha portato a scegliere lui?

Volevamo un compagno di viaggio in una canzone, abbiamo scelto Kenzie perché pensavamo fosse perfetto per Delirium, e infatti non ha deluso le nostre aspettative.

Pronti a partire

Ora che il mistero è svelato, possiamo aspettarci un nuovo disco in futuro? Sembra che qualcosa si stia già muovendo, non solo per quanto riguarda un nuovo lavoro ma anche e soprattutto per portare live quello atturale.

Questo viaggio non avrà mai fine

Per quanto riguarda la parte live, se ci fosse qualcuno interessato ad organizzare un live dei MoonLoverz non deve fare altro che scrivere all’indirizzo g.linepromotions@gmail.com. Buon viaggio!

Lo spazio che cerchi è qui (gratis)

Se sei un rapper o beatmaker allora siamo qui ad aspettare proprio te, per rendere il nostro archivio sempre più ricco e darti lo spazio che cerchi per farti conoscere.

La tua scheda è qui

Tipico belloccio finlandese, potevo scrivere per Vice ma ho scelto Beat Torrent che fa più curriculum. Mi hanno detto che scrivevo bene, allora ho cominciato a fare il grafico.

Lascia il tuo feedback

commenti