Foto, video, dubplates: tutto il meglio del Red Bull Culture Clash 2017

Il Red Bull Culture Clash 2017 si chiude nel segno dei 4 mori ad opera di Salmo e compagni. Tra dubplate, punchline e Cicciolina, ecco cosa ti sei perso.

Mi è difficile mettere nero su bianco una sorta di report di un evento al quale ho preso parte. Raccontare, condensare 4 ore di spettacolo come quello del Red Bull Culture Clash 2017 mi è impossibile. Quindi non farò nessun report. Tirerò fuori il meglio dell’evento tra video, dubplates e chi più ne ha più ne metta.

Dubplates, foto, video e report: tutto il meglio del Reb Bull Culture Clash 2017

Red Bull Culture Clash che si conclude a suon di barre, con il team Hellmuzik di Salmo e compagni a portare a casa la vittoria. Onore anche a Milano Palm Beat, Daytona ma soprattutto Real Rockers.

Evento sold out. Onore a chi ha organizzato, onore a chi c’era, onore a Marracash, padrone di casa. C’è davvero tanto, troppo da dire e zippare quanto accaduto sabato 10 giugno 2017 in Barona è impensabile.

Io cerco qui di raccogliere il meglio fra report, video, dubplates, tutto il materiale grazie al quale le mie parole non saranno necessarie. Solo un consiglio: la prossima volta vedi di essere dei nostri.

© Photo Guido Borso / Red BullContent Pool

Report del Red Bull Culture Clash 2017

Ti lascio qui i report della serata per avere un’idea molto chiara di come questo Reb Bull Culture Clash 2017 sia stato denso di sorprese, emozioni, ricco di musica. Musica a 360 gradi, nel senso che ovunque tu ti girassi c’era un palco con pesi massimi della scena a calcarlo.

Leggendoli hai subito un quadro della situazione e capisci cos’è un clash. Qui hai invece un videoclip che riassume alcuni dei momenti della serata. Non eri tra quelle 3000 persone? Ecco cosa ti sei lasciato sfuggire.

Video del Red Bull Culture Clash 2017

C’è diverso materiale su Facebook e YouTube che raccoglie buona parte di ciò che è stato. Non ci siamo fatti mancare nulla: insulti, freestyle, coreografie colorate e colorite. Qui puoi vedere un bel mix.

Occhio al round finale che ha visto un boato pazzesco a favore di Hellmusik, quel boato che ha permesso a Salmo e soci di avere la meglio sul team di Macro Marco, capitano dei Real Rockers, il team da battere. Missione compiuta.

Ed ecco allora un po’ di video di questo glorioso Culture Clash:

Ospiti e dubplates del Red Bull Culture Clash 2017

Tanti ospiti si sono uniti ai protagonisti della serata, personalità dei mondi più diversi e lontani. Si sono ritagliati spazio e gloria, tra gli altri, in ordine sparso, anche Nitro, Mecna, Danno (che da prova ancora una volta del suo essere maestro – di cerimonie – e non solo), Ernia, Rkomi, Enzo Dong e quella bestia da palco di Egreen che abbiamo avuto il piacere di sentire sulla strumentale di Shook Ones 2, celebre pezzo dei Mobb Deep.

Sul finire della serata il team Daytona gioca il jolly, l’ospite che non ti aspetti: Cicciolina.

Ma veniamo alla parte per me più bella  e spassosa della manifestazione: i dubplates. Sì, perché per chi come me ha sempre adorato nuovi mix e nuove combo sulla traccia è stato fantastico sentire Ensi sul beat di Popolare. Inoki firma una rivisitazione di un suo classico ed ecco allora Barona By Night.

Hanno dato il loro contributo a suon di dubplates anche Bassi Maestro, Fabri Fibra, Guè Pequeno, Vegas Jones. Pazzesco quanto fatto da Ghemon per i Real Rockers.

Insomma, riproporre tutto a parole è missione impossibile. Difficile anche solo rendere l’idea dell’atmosfera, le vibes nell’aria di un sabato sera decisamente caldo. Tutto molto bello, compresi i cocktail 🙂

Da leggere assolutamente:

Quando si replica?

Evento pazzesco, sicuramente il più bello in Italia da qualche mese a questa parte. Nulla da aggiungere se non una domanda: quando si replica? Perché ad aver vinto sabato al Red Bull Culture Clash 2017 è stato il Rap, ma la musica prima di tutto.

Qui trovi un altro mix di foto e video dell’evento, per farti capire cosa ti sei perso. L’evento è stato di una bellezza tale che, personalmente, mi farei resettare la memoria per riviverlo una seconda volta. Riascoltare anthem e selecta, riascoltare i dubplates… tutto. Tutto quello che questo Red Bull Culture Clash è stato. Quanto a te, la prossima volta cerca di esserci. Non fartelo raccontare.

Lo spazio che cerchi è qui (gratis)

Se sei un rapper o beatmaker allora siamo qui ad aspettare proprio te, per rendere il nostro archivio sempre più ricco e darti lo spazio che cerchi per farti conoscere.

La tua scheda è qui

Un nano sardo con la passione per la musica, il piacere della lettura e il vizio di scrivere. Padre di Beat Torrent, vecchio matusa brontolone, lavoro come Web Designer. Rimo da quando si spammava su MySpace.

Lascia il tuo feedback

commenti