Skillz: più workshop per tutti

Santeria Club, Milano: un tot di workshop a base di scrittura e beatmaking con relatori d’eccezione. Per imparare dai maestri.

Una giornata dedicata a te che vuoi fare rap, a te che vuoi fare il beatmaker, a te che vuoi parlare di Rap con altri che hanno la tua stessa passione. Mettici anche ospiti d’eccezione per interventi di livello ed eccoti la ricetta per un evento unico. Benvenuto a Skillz.

Skillz: workshop di scrittura, Rap e beatmaking a Milano

Creare valore. Ho sempre riassunto così, in due parole, la mission di Beat Torrent al momento della pubblicazione ed è così che mi sento di commentare l’evento Skillz promosso da RapBurger.

Anche in ottica di ricambio generazionale, se vogliamo chiamarlo così, trovo molto importante questo genere di manifestazione. Avvicina i giovani e offre loro opportunità di crescita, da loro un modo per migliorarsi e migliorare quindi la proposta musicale della quale scriveremo poi un giorno.

Skillz: imparare dai maestri

Diciamoci la verità: una cosa è imparare a fare beat con qualche tutorial su YouTube o video corso online, un conto è assimilare qualche trick in compagnia di nomi come Bassi Maestro, Low Kidd e 2nd Roof. Un po’ come imparare inglese o tedesco con una professoressa MILF piuttosto che una vecchia strega dallo sputacchio facile. Ho reso bene l’idea, vero?

Un conto è trovarsi con amici e colleghi di sempre a parlare di Rap e tutto quello che gli ruota attorno, ben altra cosa è farlo con personalità illustri come Mistaman, Egreen o un maestro come Danno. Incontri come questi non possono che essere sempre produttivi e illuminanti.

Questo, a grandissime linee, è il cuore pulsante dell’idea Skillz: imparare dai maestri. Creare valore. L’evento è un grande punto di incontro tra appassionati del genere per scambiarsi idee, consigli, suggerimenti, esperienze, punti di vista. Parlare di musica, lasciare che sia la musica a far parlare.

Fare rap

Un tot di workshop riguardano fare rap, il focus è quello della scrittura, scrivere Rap, se così si può dire. Spazio allora agli interventi di Claver Gold, Rancore e Mistaman. Si parla di tecnica, storytelling, si parla di quella scrittura troppo spesso superficiale. Interessante anche il workshop di Danti a proposito della scrittura come possibilità di lavoro e, quindi, guadagno.

Prendono parte alla discussione anche Egreen, Danno. Si parla allora di attitudine, si parla di Rap. Finalmente.

Per approfondire: Fare rap, come iniziare

Corsi per beatmaker

Altri workshop, questa volta per chi vuole o vorrebbe fare il beatmaker. Workshop sulle tecniche di produzione, sui nuovi stili, sul come svincolarsi dai limiti e andare oltre curati da nomi d’eccezione come Crookers, 2nd Roof e Low Kidd. Da ritenersi importanti sono anche le lezioni di Gigi Barocco su mixaggio e mastering e quello di Bosca a proposito dell’808 nel Rap.

Clamoroso sold out per il workshop di Bassi Maestro. Perché non capita proprio tutti i giorni di fare un beat con Bassi Maestro, avere la possibilità di imparare trucchi, assimilare nuove nozioni da chi produce ormai da tanti anni e riesce sempre e comunque a rinnovare se stesso e i propri strumenti da producer.

Leggi anche: Intervista a Bassi Maestro per Mia Maestà

Parliamo di musica

Gli studenti che si dimostrano più validi hanno qui la possibilità di esibirsi sul palco del Santeria Social Club di Milano davanti a dei professionisti del settore. Questi compileranno una scheda di valutazione con voti e valutazioni per ognuno di loro. Un altro modo per lasciare che sia la musica a parlare e stimolare il dibattito.

Aggiungi ad un piatto già molto ricco anche un paio di panel (diritti e discografia il tema portante del primo, la figura dell’A&R del secondo) ed ecco che Skillz si rivela essere un evento unico nel genere per i temi trattati, le personalità coinvolte ma soprattutto il valore che si è creato e trasmesso a chiunque vi abbia preso parte.

Questione di skillz

Skillz è l’evento che mancava, Skillz è il genere di evento che serve, motivo per cui non posso che propsare RapBurger per averlo creato e promosso. Si tratta di un evento unico che mi auguro di rivedere presto perché, come dicevo in apertura, il compito di chi cura i siti di settore di rap italiano è quello di creare valore.

Questo significa dunque far incontrare le persone, favorire il passaggio di testimone, la condivisione di conoscenza e esperienza per offrire qualcosa in più che aiuti a crescere. Tutti.

Lo spazio che cerchi è qui (gratis)

Se sei un rapper o beatmaker allora siamo qui ad aspettare proprio te, per rendere il nostro archivio sempre più ricco e darti lo spazio che cerchi per farti conoscere.

La tua scheda è qui

Un nano sardo con la passione per la musica, il piacere della lettura e il vizio di scrivere. Padre di Beat Torrent, vecchio matusa brontolone, lavoro come Web Designer. Rimo da quando si spammava su MySpace.

Lascia il tuo feedback

commenti